15 Dicembre 2014

Ristrutturazioni Ediizie:
Le agevolazioni Fiscali

La nuova Legge di Stabilità ha previsto la proroga per tutto il 2015 della possibilità di usufruire delle detrazioni fiscali sui lavori di ristrutturazioni edilizie.

CONDIZIONE NECESSARIA:

Essere in regime di ristrutturazione.

PORTE detrazione 50%
Le porte interne possono usufruire nella maggior parte dei casi soltanto della detrazione fiscale Irpef del 50% per le ristrutturazioni edilizie. La detrazione fiscale del 65% risulta possibile solo nel caso in cui queste confinino con spazi non riscaldati e abbiamo caratteristiche termiche conformi con i requisiti richiesti dal Decreto 11 marzo 2008 e s.m.i.
Sono ammesse invece a beneficiare della detrazione 50% per le ristrutturazioni edilizie le riparazioni di porte interne nel caso in cui si tratti di un intervento sulle parti condominiali degli edifici, purché nell'intervento di riparazione vengano conservati materiali, colori e dimensioni delle porte. La detrazione fiscale del 50% è applicabile anche all'installazione delle porte interne nelle singole unità abitative in seguito a un allargamento di porte o all'apertura di un nuovo vano porta che serva a unire due unità immobiliari o due stanze.
Un altro intervento agevolabile è la sostituzione di una porta interna tradizionale con una porta blindata.
BOX DOCCIA detrazione 50%
La semplice sostituzione del box e piatto doccia costituisce un intervento di manutenzione ordinaria e come tale non fruisce della detrazione Irpef del 50%.
Nell’ipotesi in cui si sostituiscano anche le tubazioni e, pertanto, ci sia il rifacimento totale dell’impianto idraulico, l’intervento sotto il profilo urbanistico si può classificare come manutenzione straordinaria (articolo 3, comma 1, lettera b, D.P.R. 380/2001) e come tale fruisce della detrazione del 50% per le spese sostenute (manodopera, piastrelle, tubazioni, lavori in muratura e sostituzione del piatto e box doccia).
CAMINETTI detrazione 50%
Chi decide di acquistare e installare nella propria abitazione una stufa o un camino che rispettino determinati livelli di emissioni e rendimenti, può godere della detrazione Irpef al 50%. L’installazione di questi apparecchi, infatti, è finalizzata a conseguire un risparmio energetico e può rientrare così tra i lavori agevolati, dal punto di vista dell’Irpef, al 50%.
La detrazione è possibile anche in assenza di una ristrutturazione edilizia vera e propria, in quanto prevista anche nel caso in cui l’installazione sia realizzata in assenza di opere edilizie propriamente dette È possibile ottenere una detrazione del 65% per l’acquisto di una stufa o di un camino “con caldaia integrata” (i prodotti idro, per intenderci) che rientri in un intervento classificato come riqualificazione energetica asseverata da un tecnico progettista professionista iscritto all’albo.
La Legge di Stabilità 2015, con il comma 347, ha però esteso l’agevolazione del 65% anche a tutti i generatori di calore a biomassa, compresi quelli senza caldaia integrata, che soddisfano determinati requisiti di emissioni e rendimenti.
Per maggiori informazioni puoi consultare il seguente link:

Scarica la Guida alle Ristrutturazioni Edilizie
1 Dicembre 2014

Alla tua casa ci pensa lo Stato. Emanato il decreto che disciplina il Fondo di Garanzia per l'acquisto della prima casa.

Il Fondo di garanzia per la prima casa è stato previsto dalla Legge di Stabilità per il 2014 e garantirà il 50% della quota capitale dei mutui, di ammontare non superiore a 250 mila euro, per l’acquisto, la ristrutturazione o l’accrescimento dell’efficienza energetica di immobili non di lusso, adibiti ad abitazione principale del soggetto che contrae il mutuo. Il Fondo avrà una dotazione iniziale di 650 milioni di euro. Inizialmnte, invece, la Legge di Stabilità per il 2014 aveva destinato all'iniziativa 600 milioni di euro.
Dalla fine di dicembre si potrà presentare domanda per accedere ai mutui garantiti dallo Stato grazie al Fondo di garanzia per la prima casa.
Per maggiori informazioni puoi consultare il seguente link:

15 Settembre 2014

Kerakoll Design House:
il nuovo progetto di design per interni di Kerakoll

Fascino industriale e contemporaneo, stile internazionale caratterizzano il nuovo progetto Kerakoll Design House, superfici continue e colori coordinati per una casa dal design contemporaneo. Lo spazio espositivo, concepito come un vero e proprio ambiente domestico, riproduce l’idea di casa secondo Kerakoll e Piero Lissoni, art director del progetto. Una grande casa dallo stile internazionale in cui sono riprodotte le diverse stanze, dal living alla camera da letto, passando dalla cucina al bagno, fino alle nuove aree home-work, sempre più diffuse e che testimoniano un’idea di casa coerente e unitaria.

Leggi tutto l'articolo

Inserzione per "La Sicilia"

Inserzione pubblicitaria sul quotidiano "La Sicilia".

Scarica l'articolo →